Nei nostri laboratori del Nebraska abbiamo condotto un esperimento sociale, abbiamo selezionato due gruppi di persone in base all’età, 10-20 anni che chiameremo gruppo A e 35-45 anni che chiameremo gruppo B.

L’esperimento consiste nel prendere una bottiglietta d’acqua da un distributore automatico con la gettoniera “truccata”, in pratica, tramite studi e algoritmi altamente tecnologici elaborati dai nostri migliori scienziati, il distributore “mangia” le monetine inserite senza rendere alcun credito!

Il gruppo A, impossibilitato a prendere l’acqua, dopo varie digitazioni sulla tastiera si è rivolto al personale o ha contattato il numero verde per indicare il malfunzionamento.

Il gruppo B invece ha cominciato a prendere a cazzotti il distributore finchè non gli ha fatto sputare fino all’ultima moneta.

Lo studio evidenzia la profonda differenza tra generazione digitale alla quale appartiene il gruppo A e generazione analogico/digitale alla quale appartiene il B.

Mentre i primi sono nati in piena era tecnologica in grado già di usare smartphone in tenera età, i secondi hanno subito e vissuto il cambiamento tecnologico che li ha portati dalle videocassette a Netflix !

Oggi nessun ragazzino si sognerebbe di riparare il proprio tablet o telefonino prendendolo a pugni, o soffiandoci dentro, eppure i ragazzi degli anni anni 80 hanno imparato a riparare i propri devices senza alcuna competenza specifica!

Il telecomando non cambiava più canale? Bastava sbatterlo un paio di volte sulla tavola.

Le consolle non leggevano le cartucce? Bastava soffiarci dentro! (Nonostante in piccolo ci fosse proprio scritto DO NOT BLOW con l’immagine dell’omino che sputava dentro la cartuccia un milione di goccioline di saliva e germi)

La tv non si accendeva o smetteva di trasmettere immagini? Due belle botte decise ai lati e tornava a trasmettere! E così via, gli esempi di pugni e maltrattamenti si perdono e sprecano e potremmo stilare una lista quasi infinita.

E oggi? Oggi i ragazzi si affidano a mani esperte e a centri altamente specializzati per riparare i loro aggeggi ignorando spesso che quelle mani esperte sono proprio quelle di quei tizi che hanno inflitto ogni tipo di supplizio a quelle diaboliche scatole tecnologiche!

E voi a quale generazione appartenete?